Apr 15

INTERVISTA: CHIP Z'NUFF

Written by  0 comment

INTERVISTA: CHIP Z'NUFF
by Roby Comanducci

Ecco il resoconto di una bella chiacchierata con il mitico co-fondatore degli Enuff Z'Nuff qui alle prese con il suo nuovo disco solista e altre mille progetti...

Potete leggere la recensione del disco cliccando RECENSIONE

Potete ascoltare/vedere il singolo-videoclip dell'album cliccando VIDEO

*****************************************************************

Ciao Chip, finalmente riesco ad intervistarti! È una vita che ti seguo sia da solista ed anche con gli Enuff Z'Nuff, dagli anni Ottanta (sì, anche io ho superato i 50 anni... ahah). Colgo subito l'occasione per congratularmi con te per il tuo ultimo album solista che ho anche recensito positivamente. Dimmi come è nato il songwriting e cosa ti aspetti da questo album?

Grazie mille, Roby! Le canzoni sono come embrioni, l'inizio di una relazione. Queste canzoni sono un dono dall'alto. Io ho iniziato a registrare quanto più materiale possibile e la casa discografica ha dettato il modo in cui voleva pubblicarlo. Questo avrebbe potuto facilmente essere anche un album degli Enuff Z'Nuff.

“Perfectly Imperfet” è un titolo che mi intriga: cosa vuoi farci capire con questo titolo dato all'album? Ti senti, per caso, parzialmente perfetto ma ancora imperfetto su alcuni fattori?

Siamo tutti perfettamente imperfetti, questo è ciò che ci rende speciali come individui. Espongo tutti i miei tatuaggi e le mie cicatrici su queste registrazioni e non me ne vergogno, perché spero che gli altri non si vergognino di se stessi.

Qual è la caratteristica principale di questo album? Ho notato che il suono è più semplice, più melodico e accattivante rispetto agli altri tuoi dischi da solista ma trasuda anche stilemi rock della band madre Enuff Z'Nuff.

La caratteristica principale è che io guardo la vita, guardo il paesaggio intorno a me e scrivo canzoni che mostreranno tutti i lati della storia che verrà raccontata. Per questo album ho cercato di apprendere al massimo tutti gli argomenti là fuori, nella nostra vita, esplorarli e tramutarli in musica.

La formazione comprende anche Adler e Hoekstra, come è nata la collaborazione con loro e, ovviamente, tutti i restanti membri?

Steven Adler viveva a casa mia a Blue Island, IL. Tra l'altro abbiamo registrato insieme la cover dei Mott The Hoople nel mio studio circa dieci anni fa. Mi è sembrato giusto pubblicare questa traccia ora per i nostri fan, per Adler e per me che siamo ancora “fratelli d'armi”. Joel Hoekstra è un mio amico da anni. L'ho seguito quando ha suonato nella band di un mio amico qui a Blue Island. Lo adoro con Cher, Whitesnake, TSO , è un musicista favoloso. Per coincidenza, ha appena suonato nel disco di mia moglie Kate Catalina.

Rispetto al lavoro con gli Enuff Z'Nuff, come cambia il tuo approccio nel comporre e registrare il tuo album solista?

Scrivo e registro la maggior parte dei miei dischi. È bello avere i membri della mia band con me perché è quello che fanno le band rock and roll: entri nella stessa stanza e suoni. Fondamentalmente, con gli album degli Enuff Z'Nuff, sono in grado di catturare la creatività di ogni membro della band in ogni canzone, mentre su un disco solista faccio quasi tutto da solo. E amo entrambi gli scenari.

Sei sempre stato un grande fan dei Beatles e si sente la loro influenza nelle tue composizioni. Dimmi cosa rappresentano per te i Beatles e, se fossero ancora in attività, come suonerebbe il loro album nel 2022?

I Beatles sono stati la band più profonda e prolifica della storia. Rappresentano la prosa di scrittura di canzoni più completa che si possa immaginare. Se fossero ancora in attività sono sicuro che loro quattro scriverebbero le migliori canzoni del panorama musicale mondiale

Hai fatto una grande carriera e ancora oggi ci regali tante emozioni. Con quale artista ti sei trovato a collaborare meglio in passato? E per quale motivo?

Ho sempre amato collaborare con tutti i miei eroi del rock. Sedersi in una stanza con Rick Nielsen dei Cheap Trick per lavorare al fianco di Steven Adler dei Guns 'N Roses o persino registrare in studio con Neil Schon dei Journey. Ho sempre tratto ispirazione dal lavoro con grandi artisti che hanno affinato il loro mestiere per molti, molti anni. Non c'è abbastanza tempo in un giorno per trovare tutti gli artisti con cui mi piacerebbe esibirmi.

So che conduci un importante programma radiofonico The Monsters of Rock su Dash Radio Network; cosa trasmetti principalmente nella tua programmazione radiofonica? Come è nata la tua passione per la radio?

Il mio programma radiofonico si concentra sul più grande hard rock e heavy metal del mondo. È fondamentalmente un programma con la musica più bella dalla A alla Z, ed è gratuito. Oltre 80.000 brani 24 ore su 24, 365 giorni all'anno. Seguo la radio da 40 anni e questa è stata la mia ispirazione.

Una domanda particolare: potresti definirti come artista e anche come persona con l'aiuto di un solo aggettivo e dirmi il perché?

Creativo. Scrivo molte canzoni e pubblico molti dischi ogni anno. Non solo, produco anche altre band nel mio tempo libero. Forse è un hobby, ma è anche il mio lavoro e il mio stile di vita.

Ti mancano i mitici anni Ottanta, il periodo del glam rock e dell'hair metal o guardi al futuro e sei soddisfatto di come sta andando il mondo musicale adesso?

Ho già vissuto gli anni '80 e '90. Ci siamo divertiti. Ricordi meravigliosi che nessuno potrà portarmi via. Non vedo l'ora che arrivi il futuro come artista e discografico, ma non sarò mai soddisfatto ed è giusto che sia così altrimenti smetterei di pensare.

ok Chip.....stai programmando un tour e magari qualche data in Italia?

Certamente! Verremo in Italia a novembre con il Glam Slam Metal Tour, ci saranno Enuff Z'Nuff e The Midnight Devils. Credo che ci siano quattro date nel tuo adorabile paese e non vedo l'ora di rivedere tutti, più gente possibile ora che il mondo si è riaperto dopo questa terribile pandemia!

Ultima domanda: dì qualcosa ai tuoi fan italiani .....

Amo il vostro vino, amo il vostro cibo, amo le vostre donne, siete uno dei più grandi paesi d'Europa e sono orgoglioso di dire che ho la possibilità di venire spesso a suonare da voi . Grazie mille, Roby, e ci vediamo al mio concerto!

 

***********************************************************************************

*********************************************************************************** 

ENGLISH TRANSLATION

Hi Chip, I can finally interview you! It's a life that I have followed you as a soloist and also Enuff, since the eighties (yeah, I'm over 50 too ... haha). I immediately take this opportunity to congratulate you on your latest solo album which I have also positively reviewed. Tell me how songwriting was born and what do you expect from this album?

Thank you very much, Roby! Songs are like embryos, the beginning of a relationship. These songs are a gift from above. I just started recording as much material as possible, and the record company dictated how they wanted to release it. This could have easily been an Enuff Z’Nuff album.

“Perfectly Imperfet” is a title that intrigues me: what do you want us to understand with this title given to the album? Do you, by chance, feel partially perfect but still imperfect on some factors?

We’re all perfectly imperfect, that’s what makes us special as individuals. I expose all my tattoos and scars on these recordings and I’m not ashamed of it, as I hope others aren’t ashamed of themselves.

What is the main feature of this record? I noticed that the sound is easier, more melodic and captivating than maybe your other solo records or sleaze rock stylistic features of the mother band Enuff Z'Nuff.

I look at the landscape around me and I write songs that’ll show all sides of the story. In this case there’s plenty of subject matter out there to explore.

The line up also includes Adler and Hoekstra, how did the collaboration with them and, obviously, all the remaining members born?

Steven Adler used to live at my house in Blue Island, IL. We recorded this Mott The Hoople cover in my studio ten years ago. It felt right to release this track now for our fans and for Adler and myself who are still brothers in arms. Joel Hoekstra has been a friend of mine for years. I followed him when he played in my friend’s band here in Blue Island. Love him with Cher, Whitesnake, TSO – fabulous musician. Coincidentally just played on my wife Kate Catalina’s record.

Compared to working with Enuff Z'Nuff, how does your approach change in composing and recording your solo album?

I write and record most of my records. It’s nice to have my band members with me because that’s what rock and roll bands do: you get in the same room and you play. Basically, with Enuff Z’Nuff albums I’m able to catch the creativity of each band member on every song, whereas on a solo record I’m doing mostly everything on my own. And I love both scenarios.

You have always been a huge Beatles fan and you hear a lot about your compositions this influence. Tell me what the Beatles represent to you and, if they were still in business, how would their album sound now in 2022?

The Beatles have been the most profound and prolific band in history. They represent the most comprehensive songwriting prose imaginable. If they were still in business I’m sure the four of them would be writing the greatest songs.

You had a great career and you still give us so many emotions now. Which artist have you found yourself best collaborating with in the past? And for what reason?

I’ve always loved collaborating with all my rock heroes. Sitting in a room with Rick Nielsen from Cheap Trick to working alongside Steven Adler from Guns ‘N Roses or even recording in the studio with Neil Schon from Journey. I’ve always pulled inspiration from working with great artists who’ve honed their craft for many, many years. There’s not enough time in a day to find all the artists I’d love to perform with.

I know you host a major The Monsters of Rock radio show on Dash Radio Network; what do you mainly spend in your radio programming? How was your passion for radio born?

My radio show focuses on the greatest hard rock and heavy metal worldwide. It’s basically A through Z of the greatest music alive, and it’s free. 80,000-plus songs 24/7, 365 days of the year. I’ve been following terrestrial radio for 40 years, and that was my inspiration.

A particular question: could you define yourself as an artist and also as a person with the help of a single adjective and tell me why?

Creative. I write plenty of songs and release many records every year. Not only that, I produce other bands as well on my off-time. Perhaps it’s a hobby, but it’s also my work and my lifestyle.

Are you missing the legendary eighties, the period of glam rock and hair metal or are you looking to the future and are you satisfied with how the musical world is going now?

I’ve already lived the 80s and 90s. We had a great time. Wonderful memories that nobody could take away from me. I’m looking forward to the future as a recording artist, but I’ll never be satisfied. That would be a shortcut to thinking.

Well Chip ..... are you planning a tour and maybe some dates in Italy?

I certainly am! Coming to Italy in November with the Glam Slam Metal Tour, it’ll be Enuff Z’Nuff, and The Midnight Devils. I believe there are four dates in your lovely country and I’m looking forward to seeing everybody once again now that the world has opened back up.

Lastly: say something to your Italian fans .....

I love your wine, I love your food, I love your women – one of the greatest countries in Europe and I’m proud to say I get the chance to come play for you every few years. Thank you very much, Roby, and see you at the show!

Rate this item
(0 votes)
Read 592 times Last modified on Venerdì, 15 Aprile 2022 13:12

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.