SCORPIONS “Rock Believer”

  • Artist: SCORPIONS
  • Release Date: Venerdì, 25 Febbraio 2022
  • Genre: hard rock
  • Production by: Universal Music Enterprises/Virgin
  • Voto: 4.5

 

 

Line up: Klaus Meine – vocals, Rudolf Schenker – guitars, Matthias Jabs – guitars, Paweł Mąciwoda – bass, Mikkey Dee – drums

Tracklist: Gas In The Tank, Roots In My Boots, Knock 'em Dead, Rock Believer, Shining Of Your Soul, Seventh Sun, Hot And Cold, When I Lay My Bones To Rest, Peacemaker, Call Of The Wild, When You Know (Where You Come From).
DeLuxe version addiction song: Shoot For Your Heart, When Tomorrow Comes, Unleash The Beast, Crossing Borders, When You Know (Where You Come From)-acoustic version.

Incommensurabili. Non ci sono parole per una band in auge da cinquanta (50) anni ed ancora adesso capace di stupire per freschezza compositiva. Questi esimi signori sembra abbiano fatto un patto col diavolo....e credo proprio sia valsa la pena se i risultati sono come questo “Rock Believer”! Li ho sempre lodati, sono un autentico esempio di rockers viventi, maestri dell'hard rock viscerale e melodico al tempo stesso. Conosciuti in tutto il globo, i nostri sono sempre stati fautori di energiche rock song e sublimi ballate (diciamocelo, forse sono queste ultime che li hanno fatti conoscere all'universo intero...nda). Gli Scorpions non devono nulla a nessuno e sono autentici capiscuola per il nostro beneamato settore hard'n'heavy. Infatti ogni volta che esce un loro album tutti siamo curiosi di sapere come suonerà; beh......su questo “Rock Believer” si privilegia l'aspetto hard e per chi si aspettava un disco di melense ballate o brani soft rimarrà deluso. Rimaniamo invece galvanizzati ed euforici tutti noi che sbaviamo ancora oggi al suono di “Black Out”, “The Zoo” ma anche “Tease Me Please Me” o “Humanity” e, schiacciando 'play' nel nostro stereo, scopriamo che questo album targato 2022 non delude affatto!! Il singolo “Peacemaker”, “Seventh Sun” e “Shoot For Your Heart” su tutti, la title track e “When I Lay My Bones To Rest” sono dei piccoli gioiellini che allieteranno i vostri padiglioni auricolari per tanto tempo. Un disco che non ha cali di tono o “lacune” compositive; i nostri “vecchietti” oramai il lavoro lo sanno far bene e con classe. Caso alquanto strano ma, se proprio vogliamo trovare un “neo”, il classico “pelo nell'uovo” ok, gli “scorpioni” stavolta nelle ballate hanno il punto debole del disco. Con questo non voglio screditare la melodica e lenta (ma non è una ballad) “Call of The Wild” e la vera ballad (riproposta anche in versione acustica nella deluxe version) “When You Know (Where You Come From)”, sono ottime canzoni che però non hanno il carisma e il pathos che uno si potrebbe aspettare. Consiglio assolutamente la deluxe version poiché le cinque song contenute (inclusa la ballata in versione acustica) sono un autentico must. Lunga vita a rockers come Meine & company, la nostra musica non sarebbe la stessa senza di loro.

Roby Comanducci