SUNSTORM - AFTERLIFE

  • Artist: SUNSTORM
  • Release Date: Venerdì, 12 Marzo 2021
  • Genre: Hard Rock
  • Production by: Frontiers Records
  • Voto: 4/5

 

 

Line-up: Ronnie Romero - Vocals,  Simone Mularoni - Guitars, Alessandro Del Vecchio - Keyboards, backing vocals, Nik Mazzucconi - Bass Michele, Sanna – Drums

Tracklist: Afterlife, One Step Closer, Swan Song, Born Again, Stronger, I Found A Way, Lost Forever, Far From Over, Here For You Tonight, Darkest Night, A Story That You Can Tell,  

I Sunstorm sono un progetto nato con un’idea clamorosamente naufragata; si proponevano infatti di riportare all’hard rock più melodico la voce di Joe Lynn Turner. Il progetto è naufragato perché lo stesso istrionico singer ha deciso di rifiutarlo. Detta così, una delle mille idee che nel mondo del music business spariscono senza lasciar traccia, e in effetti dato un simile inconveniente ci si aspetterebbe che niente di più sarebbe seguito sul tema. Eppure così non è stato. La band ha infatti trovato un nuovo frontman nelle vesti dell’ex Lord of Black/Rainbox Ronnie Romero, e il progetto ha avuto uno sbocco discografico: il risultato è stato decisamente positivo. Poi, essendo io un gran rompipalle, devo dire che non mi piace questo modo telecomandato di gestire le band, fa trasparire un senso di asetticità. D’altra parte, la storia della musica è fatta anche di riunioni dirigenziali che decidano le sorti delle formazioni, non dobbiamo far finta che non accada, anzi… tuttavia ritengo che senza un certo livello di amalgama musicale un prodotto comunque non riesca in nessun caso, laddove poi, nel caso in esame, la classe dei musicisti coinvolti ha ovviato alla necessità di lavorare immediatamente su un disco senza un tempo di rodaggio in precedenza. Del resto qui troviamo sicuramente eccellenti interpreti, infatti diversi sono assolutamente non nuovi a queste righe, rodati già da precedenti collaborazioni, incluse quelle con il produttore/compositore Alessandro Del Vecchio, ed è perciò non sorprendente che si sia giunti ad un lavoro di tale spessore dal punto di vista musicale. Come detto in partenza il genere proposto è un classico AOR/melodic Hard Rock, ricco di tempi veloci così come di riff aggressivi delle sei corde, ove ci si basa molto sulla grinta vocale del frontman. Forse il maggior pregio è il riuscire a mantenere sotto controllo gli influssi troppo scontati sul genere (JLT, Whitesnake) proposto e il riuscire, senza ovviamente snaturare la proposta, a essere propositivi. Il disco traccia dopo traccia non stanca, appare anzi vigoroso e fresco, e in questo vedo un buon contributo della verve esecutiva dei componenti, a partire da Romero stesso, tutti comunque in grado di dare un’interpretazione sentita della parte. In questo mi sembra doveroso, e non è la prima volta, sottolineare il lavoro alle chitarre di Simone Mularoni: preciso, aggressivo ove serve, da tono e carattere a più di una song. In fase di produzione torniamo a parlare di Alessandro Del Vecchio e il risultato direi che è buono, nell’andare, qui sì, a ripercorrere certi fasti 80s. Insomma, si parte da certi ingredienti precostituiti e certamente va a mancare l’apporto fondamentale per cui erano stati selezionati; il risultato rispecchia comunque una serie di professionalità elevate e si risolve in un lavoro maturo e originale, ottimamente interpretato e che certamente soddisferà gli appassionati e non solo. Come ogni volta, il nostro augurio di poter vedere live quanto prima quest’ottima formazione.

Nikki