Agosto 2021
Martedì, 31 Agosto 2021 00:30

ALIRIO “All The Things Must Pass”

 

 

Line up: Alirio – vocals, Adriano Daga – drums, Felipe Andreoli - bass

Tracklist: All Things Must Pass, Let It All Burn (Feat. Hugo Mariutti), Here I Am, Back To The Roots, The First Time, Edinburgh, Back To The Light (Feat. Andria Busic), I’m Still Here (Feat. Ivan Busic), Grey (Feat. Arnel Pineda), You Hate (Feat. Alberto Rionda), Breeze (Bonus Track Digital), Come With Me (Bonus Track Digital), Gipsy ( Bonus Track Digital Feat.Livia Dabarian), Mentiras (Feat. Alberto Rionda) (Bonus Track Digital), Nada Se Compara (Bonus Track Digital)

Ciao a tutti amiche ed amici di Cathouse… avete passato bene queste vacanze estive?! Come avete notato, non vi abbiamo mai lasciato da soli nemmeno per un mese ed oggi, sarò lieta di recensirvi quella che ritengo una delle più piacevoli scoperte nel panorama del Rock attuale: “All The Things Must Pass” degli ALIRIO. Se dobbiamo definire con un solo aggettivo il frontman della band, Alirio, da cui ne deriva la sigla dell’omonima band, sicuramente gli accosteremo il termine Fantástico, in quanto, oltre ad essere una delle voci rock più riconosciute in Brasile è –udite udite- anche un grandissimo attore! Inoltre, è impressionante come la sua voce sia potente e la sua energia prorompa in tutto l’album. Sul lato cinematografico, invece, Alirio ha partecipato a diverse produzioni teatrali, incluso “Galileo” in “We Will Rock You”, il musical ufficiale prodotto dai Queen. E’ stato anche annunciato come nuovo cantante della band Queen Extravaganza, la quale ha portato Roger Taylor ad affermare: “Alirio non è solo un vocalist superlativo, è anche un grandissimo showman.” “All the things must pass”, è un album che non segue una linea coerente, in quanto si passa da una sonorità pop/rock con “Edinburgh” al modern rock “Back To The Light”, oppure in “Let It All Burn”, per poi spaziare anche in melodie più soft come nelle ballads “Here I Am”, “Grey”, e “The First Time”. Tutto sommato, è un album che si lascia ascoltare oltre a trasmettere una scarica di adrenalina da subito. Se volete immergervi per mezz’oretta in atmosfere adrenaliniche e un pò sopra le righe, questo album fa proprio al caso vostro. Nel complesso posso affermare che è stata una grandissima scoperta e non mi resta che augurarvi un buon ascolto!

LaGlo

Published in Albums

Pronti per una portentosa scossa di adrenalina hard'n'heavy? I Lords Of Black hanno appena pubblicato un nuovo singolo e video "What's Become Of Us" tratto dal loro prossimo album "Alchemy Of Souls, Part II" in uscita il prossimo 15 ottobre.

click here to see video single

Published in News
Venerdì, 27 Agosto 2021 15:50

CRUZH "Tropical Thunder"

 

 

Line up: Alex Waghorn - lead and backing vocals, Anton Joensson - lead and rhythm guitars, acoustic guitars, backing vocals,  Dennis Butabi Borg - bass, backing vocals, Matt Silver - Drums&Percussion, backing vocals,  Erik Wiss - keyboards and piano

Tracklist: Tropical Thunder, We go together, Turn back time, Are you ready, Cady, New York nights, All you need, Line in the sand, Moonshine Bayou, Paralyzed, N.R.J.C.

I Cruzh sono un combo svedese nato dalle ceneri del progetto glam TrashQueen, giunti al secondo disco caratterizzato dall’introduzione nella band del nuovo singer Alex Waghorn. Il loro campo d’azione è l’AOR e l’hard rock “easy listening”, basato su riffeggi ben costruiti e accoppiate a trame melodiche ariose, cori possenti e occasionali cavalcate più aggressive; in un certo senso una scelta obbligata per la Frontiers interessarsi al loro talento. Due caratteristiche apparentemente contrapposte si affacciano nel descrivere questo lavoro: se vogliamo da un lato sembra rispettare molto fedelmente i canoni “classici” del genere, riproponendo una serie di schemi di song che sono quelli che ci si attende nel genere, dalla ballad più emozionale (“Line in the sand”) alla cavalcata epica (l’opener “Tropical thunder”) al mid tempo dal riffing accattivante (“Moonshine Bayou”), classici e ben eseguiti fino al limite della mancanza di personalità; dall’altro l’ascolto ripetuto dimostra come la band abbia un ottimo senso estetico musicale, quindi gli stessi prevedibili ingredienti non sono di danno alla resa musicale del disco. Si può parlare di una reinterpretazione che senza timore va sul sicuro e si basa sulla fiducia nelle proprie capacità compositive per fare un ottimo lavoro. Guardando in generale a quanto si trova nel disco, sono preponderanti i momenti melodici e che in vario modo puntano sull’emozionalità dell’ascoltatore; il riffing è deciso e marcato, qua e là intervallato da qualche momento acustico; mentre il registro vocale cerca continuamente il tono più basso e quasi “sussurrato” per coinvolgere. Proprio nella resa delle linee vocali si riscontra, credo, il punto forte del lavoro, che grazie ad esse, ben interpretate e varie, conta per dare efficacia e colpire l’ascoltatore. Il resto del lavoro è professionale e senza pecche, ma neppure momenti da ricordare, ritengo; la produzione è ben fatta, perché da una grossa mano nel sottolineare l’ottimo lavoro del cantante; al netto della serie di piccoli difetti che ho comunque doverosamente elencato, quello che risalta è come il disco riesca nell’intento e dia un ottimo risultato a livello di coinvolgimento ed efficacia delle canzoni. Concludo dicendo che questa band merita certamente una grande attenzione, per come sono riusciti a rendere in questo disco, pur senza (ripeto, a mio avviso) una forte motivazione all’innovazione e quindi senza troppo rischiare in fase di composizione. Dall’altra parte con la loro interpretazione e il talento dietro al microfono di mr. Waghorn, essi riescono a dare un caratura notevole al disco, che non stanca e risulta molto piacevole. Per questa ragione riconosco che il loro talento è indiscutibile, e se hanno ancora un margine di miglioramento, per i motivi detti, ciò non significa che in questo platter non sia contenuto un ottimo lavoro, che certamente merita l’ascolto e la mia completa promozione.

Nikki

Published in Albums

I teutonici Venues escono oggi con un nuovo full lenght album "Solace" by Arising Empire. Per questo album la band accoglie due nuovi membri: la cantante Lela (clean voice) e il chitarrista Valentin. Il gruppo è andato in studio con il produttore Christoph Wieczorek (Annisokay) per registrare "Solace". Melodia e pesantezza ubriaca, metal e rock alternativo, autenticità e cori pungenti sempre con una creatività scatenata; così potremmo definire il loro sound.

click here to see video single

Published in News

Preparatevi e nel frattempo ascoltate la coppia Jeff Scott Soto e Deen Castronovo sulla loro cover di "Coming Home" (Soul Sirkus)! Tratto dall'imminente uscita solista di Jeff, "The Duets Collection, Vol. 1" (8 ottobre 2021).

Tracklist:
1. Livin’ The Life (ROCK STAR) with Erik Mårtensson (Eclipse/W.E.T.)
2. Don’t Let It End (YNGWIE MALMSTEEN) - with Dino Jelusick 
3. Mysterious (TALISMAN) - with Eric Martin (Mr. Big)
4. Believe in Me (JSS) - with Nathan James (Inglorious)
5. Coming Home (SOUL SIRKUS) - with Deen Castronovo (Revolution Saints, Journey)
6. I’ll Be Waiting (TALISMAN) - with Alirio Netto (Shaman, Queen Extravaganza)
7. Callin’ All Girls (EYES) - with Russell Allen (Symphony X, Allen/Lande)
8. Colour My XTC (TALISMAN) - with Renan Zonta (Electric Mob)
9. Warrior (AXEL RUDI PELL) - with Johnny Gioeli (Hardline, Axel Rudi Pell)
10. Holding On (JSS) - with BJ (SOTO, Spektra)
11. Again 2 B Found (HUMANIMAL) - with Mats Leven (Candlemass, Trans-Siberian Orchestra) 

LINE-UP:
Jeff Scott Soto - Vocals, Bass and Keys
Edu Cominato - Drums
Tony Dickinson - Bass
Jorge Salan - Guitars
Howie Simon - Guitars and Bass
Leo Mancini - Guitars

click here to see video

 

Published in News
Martedì, 24 Agosto 2021 15:45

LA MUSICA ROCK E' FEMMINA

LA MUSICA ROCK E' FEMMINA

 

Maria Brink (In This Moment), Netta Laurenne (Smackbound), Herma (Sick and Beautiful), Larkin Poe, Orianthi, Samantha Fish, Margarita Monet (Edge of Paradise), Chez Kane, Scarlet, Anette Olzon, Noora Louhimo (Battle Beast), Ines Vera Ortiz (Inner Stream), Rosa Lariccchiuta (Black Rose Maze), Rossella Moscatello (False Memories), Laura Cox (guitars&vocals), Ally Venable, Tezzi (Infinite & Divine), Heather Leoni (Nova Hawks), tanto per citare alcuni nomi di female singer o band con alla voce cantanti/strumentisti donne. E qui si va a "parare" su diversi stili, dal nu metal al crossover, dal metal sinfonico all'hard rock fino al root rock & blues. Ovviamente ci sono altri nomi -magari più famosi o maggiormente conosciuti, leggasi Lacuna Coil, Whitin Temptation, Nightwish eccetera - ma qui vado a trattare alcune 'new sensation' accoppiate a nomi più "gettonati" che però potrebbero non essere conosciuti a tutti.

Da sempre, lo sapete, il rock è considerato prevalentemente – sbagliando!!! - un genere maschile; io son sempre stato contrario a questa "ghettizzazione" e credo fortemente che senza l'apporto del mondo femminile questo settore sarebbe già andato ko. Lo dimostrano acts storici come Joan Jett, Vixen, Heart, Sass Jordan, Doro Pesh, Lee Aaron, Lisa Dominique (Femme Fatale), senza stare a scomodare Dee quali Patty Smith, Janis Joplin, Tina Turner et similia.

Ma adesso siamo in questo fantomatico quanto bistrattato e -abbastanza- asettico nuovo millennio. Di vere e proprie sonorità non ne sono nate; diciamo che il movimento crossover/nu metal è quello che ha dato/partorito più novità rispetto agli altri. Per il resto si sta verificando una sorta di "ritorno alle origini" un pò in tutti i settori; è tornata in auge la parola "vintage" per americanizzare e rendere 'figo' il concetto una volta bistrattato del "vecchio o obsoleto". Moda, trend e quindi anche la musica stanno strizzando l'occhiolino ai seventies, eighties e nineties. Ma non voglio finire "fuori tema", questo era solo un appunto. Qui si parla di donne, artisti, cantanti, strumentisti e band tutte al femminile o capitanate da una front woman che, soprattutto in questo ultimo decennio, stanno spopolando nel nostro beneamato settore musicale. E non hanno nulla da invidiare ai colleghi maschietti, anzi; spesso, l'energia e la potenza dell'heavy sound ma anche il rock anthemico o il root rock/blues, quando vengono accomunati ad una voce femminile, acquistano maggiore incisività, più carisma, anche più forza! Se notate ultimamente stanno uscendo tantissime band con una female singer alla voce; ok, è bello anche da vedere, magari sono succinte metal woman con look sgargiante che fa indubbiamente innamorare i fans ma, oltre all'abito, c'è la sostanza, e ce n'è tanta. Tecnicamente le donne non hanno nulla da invidiare ai maschietti come vocals e alcune, addirittura, riescono a creare uno "spettro sonoro" forse anche più ampio e multicolore, merito della tonalità più "fine" o aggraziata. Ma la goduria massima è nel poter asserire che il mix tra eufonia-grinta vocale della donna è spesso superiore a quella dell'uomo. Ascoltare vocalizzi suadenti che poi si trasformano in autentici assalti frontali a volte dediti a impennate verso ottave inarrivabili ed in altri casi verso un growl potente e assatanato (leggasi Arch Enemy), beh, questo non ha prezzo. Lo dimostra anche il successo delle suddette band, la popolarità e questo fenomeno che non sembra rallentare tuttaltro, continuano a nascere combi musicali così strutturati. In assoluto, su tutte, mi permetto di spezzare una lancia a favore della straordinaria vocalist e performer oltre che leader della band Maria Brink dei Californiani In This Moment. A mio modesto parere attualmente rappresenta il meglio in quanto a modulazione, espressione, incisività, tonalità unite a presenza scenica, look e performance live. Poi indiscutibilmente ce ne sono tantissime altre di ugole valide e superlative ma questo articolo non ha una mira antologica bensì è un punto d'opinione su questo fervido movimento. Non mi dilungo oltre e vi consiglio qualche album, li potete leggere elencati sotto, dischi recentissimi o usciti in questi ultimi due/tre anni, sicuramente validi e degni di un ascolto!

 

INNER STREAM “Stain The Sea” (Frontiers Music srl)

THE NOVA HAWKS “Redemption” (Frontiers Music srl)

ORIANTHI “O” (Frontiers Music srl)

BLACK ROSE MAZE “s/t” (Frontiers Music srl)

LARKIN POE “Self Made Man” (Tricki – Woo Records)

SMACKBOUND “20/20” (Frontiers Music srl)

SASS JORDAN “Rebel Moon Blues” (Stony Plain Records)

IN THIS MOMENT “Mother” (Atlantic Rec)

LAURA COX “Burning Bright” (Ear Music)

SICK N' BEAUTIFUL “Element of Sex” (Rosary Lane Records)

THE PRETTY RECKLESS “Death by Rock'n'Roll” (Century Media)

EDGE OF PARADISE “Universe” (Frontiers Music srl)

ALLY VENABLE “Heart of fire” (Ruf Records)

INFINITE & DIVINE “Silver Lining” (Frontiers Music srl)

 

Roby Comanducci

 

 

CATHOUSE present: INAUGURAZIONE + SUBLIMINAL VERSES live @ CIRCLE Corsico (Mi)
Sabato 11 settembre 2021
 
 
 
Carissimi e carissime come state? Dopo un lungo stop (in parte dovuto e in parte voluto) il Cathouse Italy Rock'n'Roll Project è tornato.
Abbiamo aspettato tanto tempo ed abbiamo lavorato per VOI! Volevamo proporre qualcosa di nuovo, N-U-O-V-O a Milano, da ormai 24 anni la città che è sempre stata il nostro punto focale.
Eccoci dunque a presentarvi questa INAUGURAZIONE per il mondo ROCK E ALTERNATIVO che vuole essere l'inizio per un vero e proprio punto “di ritrovo” Milanese di tanti rockers, alternativi e amanti della buona musica.
Oltre 700 mq a vostra disposizione per godere di un'autentica SERATA ROCK, dove abbiamo cercato di riunire ospiti d'eccezione.

Il locale ha una main room, sala principale, molto grande e spaziosa con un palco d.o.c che vedrà esibirsi eccellenti live act, diversi posti a sedere, una sala all'aperto (ma coperta), un'ottima e grande sala bar dove potrete gustare gli ottimi drink e birre.
Ma non è finita: altri spazi a disposizione per tutti, un locale arioso e veramente originale e accattivante.....ma sarete poi Voi a vedere il tutto coi vostri occhi.
Per questa inaugurazione abbiamo chiamato i bravissimi SUBLIMINAL VERSES, l'eccelso tributo agli Slipknot che tutti conoscete. Saranno loro a darvi l'adrenalina e lo start per questa nuova serata e poi le nostre CatGirls e aftershow con selezione musicale by CATHOUSE ITALY + GUEST.

Il locale si trova a Corsico, zona industriale, vicino a Via Lorenteggio, a cinque minuti da Alzaia Naviglio Grande e Via Ludovico il Moro, quindi praticamente “a due passi” dalla zona Navigli e dal cuore di Milano. Raggiungibile coi mezzi (MM1 Bisceglie) e dalla tangenziale Ovest (uscita Lorenteggio/Corsico) per chi viene da fuori Milano.

Nessun problema di parcheggio poiché la zona è industriale e c'è posto per tutti!!!
…..
 
STRUTTURA SERATA
 
****IMPORTANTE****
 
E' VIVAMENTE CONSIGLIATA LA PRENOTAZIONE essendo l'ingresso contingentato (causa COVID 19)
Contattateci al più presto a questo indirizzo:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
per informazioni:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
…..
 
INIZIO SERATA ORE 22.00
LIVE 22.30
 
AFTERSHOW
music selection by Cathouse Italy
Roby Comanducci
& Simone 'King Iron'
guest Maoxx (from RockCircus)
music: rock'n'roll, rock 360, blues, street/glam/sleaze rock, punk, hair metal, hard rock, NWOBHM, class metal
and......alternative rock, crossover, nu metal
 
****animazione by CatGirls****
 
**********************
INGRESSO
15 EURO comprensivo di TESSERA associativa annuale e 1 consumazione
 
*************************
la serata si svolgerà in ottemperanza ai regolamenti dell'ultimo DPCM Governativo
 
************************
 
Direzione Artistica Cathouse Italy: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. www.cathouse.it
 
************************
INDIRIZZO
Circle S&S
Via Cristoforo Colombo, 8, 20094 Corsico MI, Italia
Published in Latest Event
Lunedì, 23 Agosto 2021 01:23

NIGHT RANGER “ATBPO”

 

 

Line-Up: Jack Blades - bass and vocals, Kelly Keagy - drums and vocals, Brad Gillis – guitars, Eric Levy – keyboards, Keri Kelli – guitars

Tracklist: Coming For You, Bring It All Home To Me, Breakout, Hard To Make It Easy, Can’t Afford A Hero, Cold As December, Dance, The Hardest Road, Monkey, A Lucky Man, Tomorrow, Savior (Bonus Track for CD and LP only)

Recensire i NightRanger è pura goduria per il sottoscritto. Li seguo sin dagli inizi (e si parla del lontano 1982 con il memorabile debut “Dawn Patrol”) e da sempre ho valorizzato questo combo di grandi musicisti considerandoli dei veri e propri precursori di un certo tipo di hard rock melodico; il loro sound è sempre stato commerciale e radio friendly ma, attenzione, mai e ripeto mai, banale o troppo edulcorato. Hanno sempre partorito hit singles da paura ma con l'accortezza di iniettare adrenalina, grande merito della coppia di chitarristi Watson-Gillis, due autentici guitar player dotati di un'ottima tecnica strumentale e una dose superlativa di armonia e capacità d'inventare il riff tagliente o spaccacuori in base al tipo di song proposta. Watson oramai da anni (eh si....purtroppo, non ne vuole sapere a riunirsi!!!) ha abbandonato la band e si sono comunque – e per fortuna- avvicendati altri superlativi axe man. Ricordiamo Zaijcek, Joel Hoekstra, Reb Beach e per ultimo ed ancora in line up l'istrionico Keri Kelli. I Night Ranger, in ogni caso, sono sempre rimasti gli stessi, adeguando il sound come arrangiamenti per rimanere sempre attuali ma conservando il songwriting ottantiano, rimangono sempre un'autentica fucina di capolavori sonori. Anche questo “ATBPO” (letteralmente And The Band Played On) non è da meno, anzi, è un lavoro eccelso che da la giusta scossa di adrenalina e ti culla in altri momenti. Come non rimanere colpiti dal poderoso hard sound di “Monkey”, quattro minuti di rock tirato e sudato con un lavoro strepitoso dei due chitarristi. Oppure farsi catturare dal rock radiofonico di “A Lucky Man”, o dall'hard rock spumeggiante di “ Hard To Make It Easy”. Poi quando Blades & Co. vogliono rallentare e dar spazio a eufonie e sonorità ammalianti sono sempre i numeri uno, ascoltatevi la lenta e bellissima “Can’t Afford A Hero” e capirete. Menzione d'onore invece per “Breakout”, autentica rock song con un riff e ritornello da antologia capace di far ballare anche un morto. Non aggiungo altro se non lo spassionato consiglio di far vostro questo album, una delle migliori uscite di quest'anno.

Roby Comanducci

Published in Albums

Frontiers Music Srl è orgogliosa di annunciare la prossima uscita del nuovo album degli hard rockers svedesi Crazy Lixx, "Street Lethal" il 5 novembre 2021. Oggi, la band ha pubblicato il primo singolo e il video musicale dell'album, "Anthem For America". "Anthem for America' è un appello all'azione per i giovani degli Stati Uniti, che sembrano aver perso il contatto con la musica rock. È un promemoria ironico di come gli Stati Uniti erano la più grande nazione rock n' roll del mondo e tocca ai ragazzi di oggi riproporre quel sound. Musicalmente, volevamo rendere omaggio al suono, all'attitudine, al talento e al groove dei grandi inni hair metal degli anni '80 e dei primi anni '90".....afferma il frontman Danny Rexon del nuovo singolo della band. Album dopo album, gli hard rocker svedesi Crazy Lixx hanno continuamente scolpito nella pietra la loro reputazione di veri leader del revival hard rock scandinavo degli anni '80. Con milioni di visualizzazioni per video popolari come "Wild Child" e "Hunter of the Heart" su Youtube, numeri di streaming eccezionali per brani come "Blame It On Love", "Hell Raising Women" e "XIII" e "Wild Child" presente nel film horror di Nicolas Cage "Willy's Wonderland", i Crazy Lixx continuano costantemente la loro marcia per il dominio del mondo.

click here to see video

Published in News

L.A. Guns annunciano il loro nuovo album "Checkered Past" per il 12 Novembre 2021. Scritto e registrato tra la fine del 2020 e l'inizio del 2021, "Checkered Past" vede Tracii Guns, Phil Lewis continuare con il tono lirico più oscuro dei precedenti album in studio, "The Devil You Know" e "The Missing Peace", incorporando le loro influenze rock e classiche. Le canzoni più pesanti sono mescolate con brani più blues, che inducono boogie e ballate oscure e introspettive, che spesso si rifanno ai primi tre album realizzati dalla band, ma spingono anche la band verso il futuro. Quando i fan ascolteranno l'album nel suo insieme, vedranno che la tracklist è divisa in "set" o "suite", in cui uno stile sonoro viene esplorato su più brani prima di passare al successivo, creando un'esperienza di ascolto straordinaria . Ascoltatevi il primo singolo uscito "Knock me Down"

click here to see video single

Published in News
Pagina 1 di 3