Dicembre 2021
Venerdì, 31 Dicembre 2021 01:39

CAP OUTRUN “High On Deception”

 

 

Line up: Chandler Mogel – vocals, Andrée Theander – guitars, chorus, Linus Abrahamson – bass, Johan Ludvig Rask – drums and percussion, André Egbo – keyboards.

Tracklist: Crazy Enough, High On Deception, Disaster Mindset, In The Shade Of The Masquerade, Shadows On The Wall, Our Brightest Day, My Destination,Run Before We Walk, As Long As You Believe, Dopamine Overflow.

Ciao a tutti amici e amiche di Cathouse, avete passato bene queste festività natalizie?! Noi, non vi abbiamo abbandonato nemmeno in questa occasione. Infatti oggi vi porteremo in Svezia, coi Cap Outrun. La band nasce nel 2007 da Andrée Theander (guitars) e Erik Wiss (keyboards). Curiosità: entrambi si conobbero durante il loro percorso di studi in musica e produzione a Skara/Skövde. La band rilascia nel 2008 il primo EP autoprodotto, “Influence Grind”, prima di prendersi una pausa dalla scena musicale sino ad oggi. Infatti, “High On Deception”, è il loro album di debutto. Questa volta, però, l’obiettivo della band era di sviluppare un suono che comprendesse le loro influenza AOR e rock melodiche al rock progressivo e metal.“ High On Deception”, è stata una piacevole scoperta, ed in particolar modo mi ha colpito “In The Shade Of Masquerade” con il suo ritornello: “there’s no lies there’s no shackles in the Shade of Masquerade” è talmente bello da rimanerti in testa. “Shadows Of The Wall”, invece, con l’andamento morbido delle testiere e il suono dolce della chitarra ci introduce ad un prog rock stile Westcost, è anche la canzone più lunga all’interno dell'album. Personalmente ho trovato nei Cap Outrun una vaga somiglianza ai Toto. “High On Deception” è un album molto curato, le chitarre di Andrée Theander e le tastiere di André Egbo sono suonate con maestria, stile e raffinatezza sono le qualità che contraddistinguono questo gioiellino musicale. Se i Cap Outrun vi hanno incuriosito e volete addentrarvi nel rock progressivo, vi consiglio caldamente di ascoltarvi “High On Deception”, non ve ne pentirete.

La Glo

Published in Albums
 
 
XXXXXXXXXXXXXXXXXXX
CIAO A TUTTI. 
CAUSA ULTERIORI MISURE VARATE DAL GOVERNO (decreto legge n°221 /2021) 
NON si può fare dj set (il ballo era già comunque vietato)
QUINDI IL PARTY CATHOUSE NON CI SARA' PER LA SERATA DI CAPODANNO .
ATTENZIONE: IL CENTRALE ROCK PUB DI ERBA RIMARRA' COMUNQUE APERTO !!!
Ci aggiorniamo per le prossime serate.
Grazie a tutti
Roby Comanducci
Cathouse Italy Rock'n'Roll Project
 XXXXXXXXXXXXXXXXXX
 
 
 
CAPODANNO 2022 – “CATHOUSE + 30° ANNIVERSARIO CENTRALE” @ Centrale Rock Pub
venerdì 31 Dicembre
 
Ciao a tutti rockers e amici della 'Casa del Gatto' eccoci dunque di ritorno al mitico Centrale Rock Pub.
Questa volta, anche se in un periodo non propriamente allegro, vogliamo, faremo il possibile per rendervi la serata unica, divertente e carica di adrenalina, con ottima musica ma anche drink & food del locale!!!
Ma attenzione: oltre a Capodanno questa serata sarà un APPUNTAMENTO SPECIALE.
FESTEGGEREMO I 30 ANNI DI ATTIVITA' DEL mitico Centrale Rock Pub!!!!!
30 ANNI..... cioè...non so se rendiamo l'idea!!!!!!!
Quindi doppia festa per tutti!!!
Music selection by:
CATHOUSE CREW
TANTA MUSICA POTENTE
- OTTIMI DRINKS
- INGRESSO GRATUITO
... vi “distruggeremo i timpani” con un mix di puro CATHOUSE sound:
rock'n'roll, street/glam rock, heavy rock, southern rock, hard rock & hair metal, power & classic heavy metal ma anche alternative rock, crossover e nu metal
...ed anche un pizzico di spensierati anni '80 pop & rock!
********************************************
start serata 22.30
end 04.00
il tutto in ottemperanza dell'ultimo decreto governativo
anti covid 19
INGRESSO GRATUITO
richiesto super green pass
********************************************
info locale:
Naturale evoluzione del vecchio ROCK PUB CENTRALE di Lurago d'Erba, storico
locale della Brianza che in 21 anni di attività ha promosso la diffusione dell'underground musicale,in tutti i generi e sottogeneri del ROCK e del METAL e che è stato il punto di ritrovo
di diverse generazioni di rockers, il CENTRALE si ripresenta ora ad Erba in una location più ampia
per dare spazio anche alla musica LIVE, senza snaturare la sua essenza underground.
Il nuovo CENTRALE propone tanti tipi di birra in bottiglia ed alla spina provenienti dai più prestigiosi birrifici d'Europa
e tanti cocktails alcoolici e non. Potete inoltre gustare le nostre
specialità di piccola cucina:panini, piadine, hamburger,
salamelle e patatine fritte,con una sezione dedicata a vegetariani e vegani.
Trovate anche una sala giochi con freccette, flipper, videogames e calciobalilla.
******************
More info:
http://www.rockcentrale.com/index.php?option=com_content...
https://www.facebook.com/pages/Centrale-Rock-Pub/116920755174170?rf=115638061835019
www.cathouse.it
****************
Indirizzo
CENTRALE-ROCK-PUB
Via Cascina California, 9
Erba (CO)
Published in Latest Event

 

 

Line up: Adam “Nergal” Darski - vocals, guitars, Łukasz Kumański - drums and percussion, backing vocals, Matteo Bassoli - bass, synth and backing vocals, Sasha Boole - guitars, mouth harp, banjo

Tracklist: Black Hearse Cadillac (feat. Hank Von Hell, Anders Odden), Under the Spell (feat. Mary Goore), All Hope Has Gone (feat. Blaze Bayley, Gary Holt, Jeff Mantas Dunn), Witches Don’t Fall in Love (feat. Kristoffer Rygg), Losing My Blues (feat. Olve Abbath Eikemo, Frank The Baptist, Chris Holmes), Coldest Day in Hell (feat Ralf Gyllenhammar, Douglas Blair), Year of the Snake (feat. David Vincent), Blues & Cocaine (feat. Michale Graves), Silver Halide Echoes (feat. Randy Blythe), Goodbye (feat. Alissa White-Gluz, Devin Townsend), Angel of Light (feat. Myrkur), Got Your Tongue (feat. Chris Georgiadis)

E' arrivato quindi a presentarci la seconda parte del suo gioiellino uscito l'anno scorso, ‘New Man, New Songs, Same Shit, Vol. 1’; Mr. Nergal ci da una ulteriore prova della sua lungimiranza e versatilità musicale/stilistica con queste dodici tracce coadiuvate da una miriade di ospiti che ne abbelliscono ulteriormente il valore. Il leader dei Behemoth mi aveva 'lasciato di stucco' nella sua opera prima, uno dei top album del 2020 a mio modesto parere, poiché ero rimasto spiazzato per il cambio radicale di stile e sound e la facilità con la quale era riuscito ad abbracciare un sound blues, indie, folk e acustico con tanta maestria. Immaginavo, quindi, che prima o poi arrivasse il 'Volume 2' e per fortuna non si è fatto attendere molto, esattamente un annetto. Il disco in questione ricalca abbastanza fedelmente quanto fatto nel primo lavoro, essendo un prosieguo c'era da aspettarselo anche se, leggermente, il primo lavoro lo ritengo superiore per versatilità stilista mentre questo 'Volume 2' si attesta fortemente su un hard blues rock d'autore con qualche punta indie rock. Ma, comunque, si può affermare con tranquillità che anche qui siamo di fronte ad un'opera superlativa che non deve niente a nessuno, sprizza originalità da tutti i pori e ci ammalia dall'inizio alla fine. Tutte le canzoni sono piccole perle; su tutte citerei il ruvido e sporco bluesy di 'Coldest Day in Hell' hard nell'incedere con sprazzi quasi country rock e una interpretazione di Ralf Gyllenhammar (se non erro leader degli svedesi B-Thong, nonché eccelso vocalist, compositore e guitar player, nda) eccelsa. Molto originale e penetrante l'acid blues rock di 'Blues & Cocaine' come la dirompente 'Under The Spell' coinvolgente con una sezione ritmica da cardiopalma. Da notare la presenza alla voce dell'appena scomparso e bravissimo Hank Von Hell (Turbonegro) che regala carattere ed incisività alla prima traccia ' Black Hearse Cadillac'. Se invece volete farvi imprigionare da atmosfere semi acustiche ma al contempo ricche di pathos vi consiglierei la stupenda 'Witches Don’t Fall in Love' con un Kristoffer Rygg (vocalist norvegese degli Ulver, nda) in gran spolvero. In definitiva un lavoro da dieci e lode, senza un minuto di cedimento e destinato a tutti coloro vogliano godere di un'oretta di musica con la M maiuscola. Da avere!

Roby Comanducci

 

 

 

Published in Albums
Mercoledì, 22 Dicembre 2021 22:19

MERCURY-X "Imprisoned"

 

 

Line up: Martin Björklund-guitar/lead vocal/violin, Denis Diaz-guitars,  Jonas Vedin-drums/lead vocals, Alfonso Flores-bass

Tracklist: Until the break of day, The light in your eyes, Lonely, Imprisoned, The sound of nothing

I Mercury X sono una band svedese all’opera da qualche anno e giunta ormai al terzo disco, che ci dà con esso dimostrazione delle proprie ambizioni in ambito progressive metal. Vi dirò, non nutro sostanzialmente alcun vero interesse per il genere, e anche tra i mostri sacri dello stesso trovo poca ispirazione (ma ne trovo…). Dopo qualche ascolto di questo album devo dire che invece ha destato in me un certo interesse, ritengo principalmente perché i dettami del genere che rispetta sono abbastanza pochi e tendenzialmente del tipo che mi vanno più a genio. Il disco è composto da una lungo brano, “Imprisoned”, che originariamente doveva essere l’unica traccia presente, data appunto la lunghezza e la complessità. Lavorando in studio la band ha deciso di estendere il disco con altri pezzi per completare la struttura dello stesso. “Until the breack of day” è un intro molto di atmosfera, che vive sulle qualità vocali del singer (chiedo scusa, ma sono due i lead singer nella formazione quindi non posso indicarne il nome…), dall’incedere lento e maestoso. The light in your eyes cerca un riffeggio più cadenzato nella parte iniziale per poi sfociare di nuovo in un lavoro ove predominano i muri di suono di tastiere e parti ritmiche, su cui però fanno qui buono sfoggio le chitarre di Mr. Jonas Vedin. “Lonely” è una vera e propria ballad invece, colma di malinconia come traspare perfettamente dalle armonizzazioni di chitarra. Si passa alla song principale che è “Imprisoned”: si passa da un intro quasi sinfonico in cui sono le tastiere e gli effetti a predominare, a uno stacco molto complesso stilisticamente, forse la parte più tipicamente progressive del disco, dove i tempi ritmici sono complessi e sentiamo numerosi virtuosismi strumentali. Si susseguono poi di nuovo uno stacco più d’atmosfera e un altro più suonato, meno caratterizzati dei precedenti dall’uso dell’effettistica, sino all’outro dove si combinano perfettamente una struttura musicale multi sfaccettata e tipicamente “prog” con un muro di tastiere ed effetti che fa da contraltare all’intro della canzone. Si chiude con “The sound of nothing”, altro pezzo molto d’atmosfera ove non mancano riferimenti rock più attempati in certi riff, quasi 70s, che poi fanno tornare nel finale allo stile progressive sentito nella song precedente. Come terminare… come capirete si tratta di un lavoro complesso ma pregno di interessanti soluzioni musicali e che coinvolge con le sue melodie; i membri della band uniscono a una perizia tecnica elevata un notevole senso musicale nel creare atmosfere cupe che coinvolgono tutto il disco. Non è quindi solo per sentire la loro capacità che ci si accinge all’ascolto. Credo che sia un ottimo disco per tutti gli amanti del progressive metal, ma si adatta facilmente anche a chi vuole sperimentare un lavoro del genere ove la parte più suonata e complessa non è sempre preponderante; un ascolto certo non banale ma che consiglio a chi sia interessato a delle soluzioni innovative in questo ambito.

Nikki

 

 

Published in Albums
Mercoledì, 22 Dicembre 2021 15:15

5IVE YEARS GONE “Rock'n'Roll Rebirth”

 

 

 

Line up: Paolo Cernic – vocals, Davide Falconetti – guitar, Andrea Imbergamo - guitar, piano, Andrea Cok – bass, Michael Bonanno - drums

Tracklist: Mary Jane, The Way You’re Pleased, All I Know, Never Be The Same, Outta My Head, Scars Of Love, Don’t Shoot Me, Promise, Get Us Right, In The Heat Of The Night, Song 4 You

Interessante album d'esordio per gli italianissimi 5ive Years Gone capitanati dal leader e fondatore nonché chitarrista Davide Falconetti. “Rock'n'Roll Rebirth” speriamo sia di buono auspicio sia per questa band che per tutto il panorama rock e hard rock tricolore. Ammetto, però, che in questi ultimi anni ne sono uscite di band valide che spaziano dall'heavy più pesante al rock più mainstream. I nostri sono più allineati al secondo gruppo; questi ragazzi suonano un frizzante rock attuale e moderno con venature talvolta blues oppure strizzanti l'occhio a suoni alternativi ma, soprattutto, tutte con una spiccata verve hard. Nella biografia della band si dice che questi musicisti sono stati influenzati dalle grandi arena rock band ottantiane e da un po' di punk rock. Qualcosa in effetti c'è ma soprattutto il combo in questione ha dalla sua un gradevole gusto per la canzone rock anche da vasto airplay radiofonico, ascoltatevi 'Never Be The Same' e mi saprete dire. Dove inve i 5YG “spaccano” sono le partiture più dirette e hard rock come l'opener “Mary Jane”, “Don’t Shoot Me” che è quasi street rock ottantiano o la cadenzata “Promise”. Un album sicuramente valido che potrà piacere a più “palati” musicali.

Roby Comanducci

 

Published in Albums
 
Ben cinque anni di preparazione e vede la luce il doppio album di debutto dei The Joke Jay, la nuova band attorno all'omonimo Joke Jay (And One), il produttore e mente synth-pop Olaf Wollschläger (Vorsprung durch Technik), e Hilton Theissen (Zoodrake, Akanoid, Dark Millennium) "Awaken" è il titolo del disco per questa band band rock/pop classica con varie influenze dal rock alternativo agli stili electro degli anni '70 e '90 e un approccio di dissolutezza musicale senza compromessi. L'album è uscito lo scorso 29 Ottobre, in questi giorni invece hanno pubblicato il nuovo singolo/video "Most of the Tears". 
 
Published in News

Il mini Ep Wisdom - Vibration - Repent dei Mortuary Drape uscirà il prossimo 11 Febbraio su Peaceville Records/Audioglobe. La band di culto Mortuary Drape è stata fondata in Italia nel 1986 come trio dal visionario Wildness Perversion. Fortemente ispirati dalle arti oscure e combinando le prime influenze di gruppi come Mercyful Fate e Celtic Frost, i Mortuary Drape svilupparono il loro stile unico, definendosi come black occult metal e pubblicando il demo Necromancy nel 1987 che diffuse il loro nome nella scena underground, sebbene non fu prima del 1992 che Into the Drape, la loro prima uscita ufficiale, apparve. Questo lavoro fu seguito dall'album di debutto, All the Witches Dance nel 1994. Da allora i Mortuary Drape sono stati venerati per il loro lavoro influente e pionieristico nell’affermazione del black metal che ha preso piede nei primi anni '90. Essendo recentemente entrato nel roster della Peaceville, il frontman e fondatore dei Mortuary Drape, Wildness Perversion, commenta: "Siamo davvero entusiasti di questo nuovo accordo con la Peaceville Records. Da subito c'è stata la giusta sintonia, il loro staff ha ascoltato le nostre esigenze ed è stato veloce nel prendere le decisioni importanti. Sarà un grande ritorno per i MORTUARY DRAPE, il songwriting sta andando bene e la line-up è unita come sempre. Tutta questa energia è travolgente e penso che i fan se ne renderanno conto sentendo le note del nuovo lavoro". Il nuovo mini album di 5 tracce della band, intitolato Wisdom - Vibration - Repent, spazia tra occultismo, filosofia e blasfemia, includendo una potente cover del brano dei Mercyful Fate, 'Nightmare Be Thy Name'. Mescolando i migliori elementi del metal classico e a volte le influenze più doom in un velenoso miscuglio di misantropia occulta. La copertina di Wisdom - Vibration - Repent è stata disegnata da Misanthropic Art.

pre-order album

band info

Published in News
XXXXXXXX  EVENTO ANNULLATO XXXXXXXXXX
 
 
Il Centrale comunque rimane aperto !!!!!
 
 
DOMENICA 26 DICEMBRE 2021
“80 REWIND from rock to pop” @ Centrale Rock Pub di Erba
….carissimi, eccoci nuovamente col nostro progetto ANNI OTTANTA e vi aspettiamo la sera di S.Stefano.
Vi lasciamo tranquilli a magnare e bere e festeggiare il giorno di Natale, così potrete venire a "smaltire" da noi il giorno dopo a ritmo del decennio musicale più bello di sempre. Per l'occasione inizieremo un pò prima, quindi fate conto che alle 22.30 partirà il nostro dj set!!!!
 
Gli anni OTTANTA, con tantissima musica e grandi hit pop/newwave & rock.
Gli EIGHTIES sono stati sinonimo di stravaganza, esagerazione, colore, allegria e tanto, tantissimo fun & crazy time!!!!
Andremo quindi a creare un mashup tra musica POP e musica ROCK. Avrete modo quindi di ascoltare pop hit di Madonna, Duran Duran, Tears for Fears, Spandau Ballet, Depeche Mode, Sig Sig Sputnik, Michael Jackson, Roxette, Bangles, Bananarama e Rock hit di Europe, Billy Idol, Doctor and the Medics, Blondie, Iggy Pop, Bruce Springsteen, David Bowie, Motley Crue, Van Halen, Toto, Litfiba, Bonnie Tyler......senza però scadere nelle song trash del periodo. Tutta musica di qualità quindi!
…... pronti a ballare gli eighties??
 
**********************************
...come sempre l'ingresso sarà: GRATUITO !!!!!!
**********************************
...si parte intorno alle 22.30
....e fino alle 04.00 del mattino rivivrete un mix di puro EIGHTIES MUSIC & STYLE
DJ SET by:
CATHOUSE CREW
***************
ATTENZIONE:
L’attività del ballo è consentita senza l'uso della mascherina che però dovrà essere indossata fuori dalla pista da ballo.
***************
info locale:
Naturale evoluzione del vecchio ROCK PUB CENTRALE di Lurago d'Erba, storico
locale della Brianza che in 21 anni di attività ha promosso la diffusione dell'underground musicale,in tutti i generi e sottogeneri del ROCK e del METAL e che è stato il punto di ritrovo
di diverse generazioni di rockers, il CENTRALE si ripresenta ora ad Erba in una location più ampia
per dare spazio anche alla musica LIVE, senza snaturare la sua essenza underground.
Il nuovo CENTRALE propone tanti tipi di birra in bottiglia ed alla spina provenienti dai più prestigiosi birrifici d'Europa
e tanti cocktails alcoolici e non. Potete inoltre gustare le nostre
specialità di piccola cucina:panini, piadine, hamburger,
salamelle e patatine fritte,con una sezione dedicata a vegetariani e vegani.
Trovate anche una sala giochi con freccette, flipper, videogames e calciobalilla.
******************
More info:
http://www.rockcentrale.com/index.php?option=com_content...
https://www.facebook.com/pages/Centrale-Rock-Pub/116920755174170?rf=115638061835019
www.cathouse.it
****************
Indirizzo
CENTRALE-ROCK-PUB
Via Cascina California, 9
Erba (CO)
Published in Latest Event

Sappiamo che sarete molto delusi nel ricevere questa notizia e ci addolora molto dover annunciare che, alla luce del peggioramento dello stato della situazione Covid 19 e dell'escalation delle restrizioni di viaggio e di frontiera, è diventato impossibile per il The Dead Daisies "Holy Ground" Tour di febbraio/marzo andare avanti. Pertanto, purtroppo il Tour è rimandato a ottobre/novembre del 2022. Queste le parole dei membri della band: "Amati, è con tristezza che dobbiamo rimandare il nostro tour europeo di febbraio/marzo 2022. Vogliamo che tutti siano al sicuro e siamo impegnati a riprenotare questi spettacoli!  Comunicheremo le nuove date appena possibile.  Ovunque voi siate, ovunque voi siate, Peace, Love & Happiness" - Glenn Hughes. "Siamo davvero dispiaciuti per questo, ma i casi di Covid in aumento al momento ci rendono impossibile andare in tour in primavera. Fino ad allora, grazie per la vostra comprensione e il vostro continuo supporto, lo apprezziamo davvero!" - Doug Aldrich. Rimanete sintonizzati per le nuove date che saranno annunciate appena possibile. Rimangono confermate le date del tour estivo previsto per giugno, luglio e agosto del 2022.

 click here for all info

Published in News

Il musicista rock italiano Chris Catena ritorna oggi per presentare il suo nuovo singolo solista intitolato “All About You”. Anche questa volta Chris Catena non rinuncia alle sue numerose collaborazioni e per la canzone si affida alla penna di Soren Kronqvist (songwriter per i Crazy Lixx, Issa, Fergie Fredriksen, Sunstorm, Crash the System, Kee of Hearts etc) e di Thomas Vikström (cantante dei Therion che ha militato anche nei Candlemass, Brazen Abbot, Stormwind). Il singolo è accompagnato da un video girato in Irlanda diretto da Jack Lucas Laugeni e Danny Mecozzi. Nel brano Catena è coadiuvato da una band totalmente scandinava: Janne Stark (Overdrive, Costancia, Locomotive Breath, Merryweather/Stark, Mountain of Power), Peter Svensson (Locomotive Breath, Mountain of Power, Faith), Robert Majd (Captain Black Beard, Metalite), Soren Kronqvist e alle backing track Thomas Vikstrom. Marco K-Ace Capasso (Heavy Star) è l'autore dell’assolo di chitarra.
I Chris Catena’s Rock City Tribe, progetto nato dalla collaborazione di Chris Catena con l'impressionante prolifico maestro della chitarra Janne Stark, parteciperanno il 19 dicembre al Gran Concerto di Natale presso il Teatro Nazionale di Craiova in Romania come ospiti italiani dove eseguiranno due brani con l’Orchestra Sinfonica, tra cui il singolo “Freight Train” che lo scorso ottobre hanno già portato sull’importante palco dei Romanian Artist Awards. L’ultimo all-star album dei Chris Catena’s Rock City Tribe, "Truth In Unity", è uscito nel 2020 su Grooveyard Records.

click here to see video

listen ore pre-order single

pre order album

Published in News
Pagina 1 di 3